Il regalo di Natale da Raccontafondi: Smartlook

postato in: Online | 0

Cari Fundraiser,

il periodo di Natale, lo sappiamo, sarà stato per molti di voi il momento più intenso dell’anno lavorativo: banchetti, mailing, eventi e chi più ne ha più ne metta. Diciamocelo: siamo felici che il mese stia per finire e che ci sia qualche giorno di vacanza prima di ricominciare!

Anche per noi di Raccontafondi è stato un anno pieno di sfide, cambiamenti, riflessioni – speriamo nei nostri post di avervi trasmesso la nostra curiosità ma anche le domande che ci tenevano sveglie la notte. Per questo non potevamo chiudere questo anno senza farvi un regalo che abbiamo scoperto per caso ma che abbiamo trovato utilissimo! Speriamo vi piaccia!

Il nostro regalo: Smartlook

Smartlook è un piccolo programma che una volta installato (aggiungendo un plugin sul tuo sito WordPress o scrivendo due righe del loro codice HTML) ti permette di monitorare il comportamento di un utente sul sito della tua organizzazione.

Cosa vuol dire, nel concreto? Smartlook registra ciò che le persone fanno quando arrivano sul tuo sito, facendoti vedere in diretta o in differita il loro comportamento una volta entrati. In pratica, grazie a Smartlook (che puoi scoprire qui)  tu vedi gli schermi delle persone che stanno curiosando sul tuo sito e puoi vedere dove i visitatori hanno cliccato con il mouse, quello che hanno scritto nei moduli, dove trascorrono la maggior parte del loro tempo e come hanno esplorato ogni pagina. Puoi vedere anche – ed è forse la cosa più importante – dove si “bloccano”, sia nel processo di donazione sia in generale nella ricerca delle informazioni.

smartlook

Per cosa ti può essere utile Smartlook?

L’utilità di questo programma (legale!!) può non essere immediata. Eppure, se ci pensate bene, guardare cosa fa un utente sul vostro sito vi permette di entrare nei suoi panni e capire il suo ragionamento. Ecco qualche esempio che ho potuto sperimentare di persona sul sito della Fondazione Ricerca Molinette:

– abbiamo scoperto che diversi utenti si bloccano durante il processo di donazione legato alla piattaforma GestPay. La piattaforma, supportata da Banca Sella, era al momento l’unica modalità di pagamento online. Inserendo anche il pulsante di Paypal abbiamo avuto un incremento delle donazioni online abbastanza significativo da farci pensare che era proprio qualcosa di cui i nostri donatori avvertivano la necessità.

– abbiamo notato che le pagine più consultate erano quelle legate ai gruppi di ricerca (pagine istituzionali, tutto sommato fredde e senza foto). L’utente aveva un tempo di permanenza piuttosto lungo per il web, a testimoniare l’importanza data alla lettura. Tuttavia, la maggior parte dei visitatori non arrivava a fare una donazione. Perché? Ovviamente Smartlook non può dirti se è colpa della mancanza di uno storytelling emotivo o del fatto che a fondo pagina manchi il tasto “dona ora”. Però ti dà almeno la possibilità di capire che così com’è ora non stai facendo il lavoro giusto – e non è poco, no?

– infine, abbiamo cercato di migliorare la logica dell’alberatura del sito: ci siamo accorti che in alcune sezioni gli utenti tornavano indietro alla pagina precedente per aprire una nuova – e questo è obiettivamente molto scomodo, scoraggia il visitatore che ha poco tempo! Alcune volte la pagina si apriva in una nuova finestra, altre no, confondendo il visitatore e portandolo a interrompere prima del tempo la sua permanenza sul sito…Poiché su questo fronte possiamo intervenire, perché non farlo? Ci stiamo lavorando, e tutto questo grazie a un programmino facile facile!

E poi, tutto qui?

Assolutamente no! Abbiamo in serbo un’altra piccola sorpresa: da gennaio creeremo la pagina Facebook di RaccontaFondi! Sarà un modo per non perdervi nessuno dei nostri post ed essere aggiornati su ogni nuova uscita! Ci sembrava il modo migliore per iniziare col botto questo 2017, che speriamo positivo per tutti voi fundraiser. A presto dunque, e buone feste a tutti dalla redazione di RaccontaFondi!

 

Lascia un commento