Caro Babbo Natale ti scrivo…

postato in: Varie | 0

 

Caro Babbo Natale,

ho appena finito di mandare un migliaio di mail, senza contare tutte quelle scritte a mano, per chiedere un sostegno alla nostra organizzazione. Ho l’ufficio pieno di gadget solidali, il telefono squilla di continuo e sicuramente ci saranno tre o quattrocento cose che mi sfuggono e che dovrò fare all’ultimo: tu non sai quanto la tua festa aiuti il mio lavoro, anche se in questo preciso momento non vedo l’ora che arrivi febbraio per tirare un respiro di sollievo!

Comunque, ora che ho un po’ di tempo libero, ho pensato di scrivere una lettera anche a te: ho qualche piccolo desiderio che mi porto dietro da tutto l’anno, e tu sei il solo che potrebbe esaudirli! Insomma, vedi cosa riesci a fare…

Tieni alta la mia passione

Tu lo sai meglio di me, caro Babbo Natale: fai questo mestiere da sempre e ancora non ti sei stufato! Ecco, aiutami ad innamorarmi di nuovo, tutte le mattine di quello che faccio, dei miei donatori, dei beneficiari, delle persone che incontro e che magari non riesco a coinvolgere abbastanza. Aiutami a non scoraggiarmi davanti alle difficoltà, ai “no”, agli insuccessi. Ricordami chi sono e cosa posso fare quotidianamente per gli altri, grazie a un lavoro che davvero può fare la differenza.

Dammi il dono della persuasione

Persuadere deriva da suadereconsigliare, convincere: aiutami a trovare ogni giorno le parole giuste per esprimere i nostri bisogni, l’importanza di quello che facciamo. Aiutami ad essere efficace quando sono davanti a un possibile donatore, ma non dimenticarti di me durante le riunioni del CdA, quando il dono della parola diventa fondamentale. Fai in modo che io riesca sempre ad essere chiara, limpida spiegando la nostra mission, ma anche a smuovere qualcosa nella pancia del mio ascoltatore!

 

Babbo_Natale_1

Fai spazio sulla mia scrivania

Sono seria: in questo momento ammetto che l’organizzazione non è il mio forte, per cui – se non ti pesa – per il nuovo anno avrei bisogno di qualcosa (o qualcuno) che mi aiuti a suddividere lo spazio fisico e mentale pensando per obbiettivi e priorità. Aiutami ad ascoltare veramente l’organizzazione, sia nei suoi bisogni espressi sia in quelli taciuti, in modo che io possa cucire un piano di fundraising su misura, non abbozzato sulla mia personale visione delle cose ma realizzato a partire dalle voci plurime (governance, volontari, beneficiari) che ne compongono l’anima. Aiutami insomma a buttare il superfluo – opinioni, pregiudizi, “tecniche” per arrivare sempre all’essenziale.

Ricordami di contare fino a 10

Hai idea di quante volte mi sono sentita sola di fronte al mondo? Tu devi sapere bene cosa si prova: milioni di richieste e la sensazione di avere sempre la responsabilità di soddisfare le aspettative di chi si rivolge a te. A volte il desiderio di mollare è forte, così come lo è quello di esclamare nel mezzo di una riunione o di un confronto con il capo “Ehi, non sono mica Babbo Natale!”. Perciò, ti prego, aiutami nei momenti di difficoltà a fare un bel respiro, contare fino a 10 e pensare che ce la posso fare. In fondo se tu porti i regali a tutti i bambini del mondo in una sola notte, io posso farcela a rispettare il mio piano strategico!

Stimola il confronto e la condivisione

Sì, lo so, ho chiesto cose molto astratte, ma se avevo bisogno di oggetti mi rivolgevo ad Amazon invece che a Babbo Natale, no? Il fatto è che nel mio lavoro si ha continuamente bisogno di un orecchio attento che raccolga gli sfoghi, i dubbi, le perplessità, e non è detto che lo si trovi sempre! Io sono stata fortunata, quest’anno, per cui ti chiedo semplicemente di continuare così: fammi trovare sempre un collega/amico dall’altra parte del telefono, e fammi essere una buona controparte quando serve!

Grazie, caro Babbo Natale

Penso proprio di aver finito…ora torno al mio lavoro, mentre aspetto con impazienza i tuoi doni sotto l’albero!

Ps: se credi che io non sia stata buona abbastanza quest’anno, pensa ai tuoi doni come a un investimento per il futuro: se esaudirai tutti i miei desideri non solo sarò un’ottima fundraiser, ma sarò di sicuro una persona migliore! Conviene a tutti, no? :-)

Lascia un commento