Fundraising Day 2016: ecco la pagella “collettiva”!

postato in: Interviste, Varie | 0

E’ vero, il Fundraising Day 2016 è ormai un ricordo di qualche settimana fa. Non ci siamo certo dimenticate di “dare i numeri” a uno degli appuntamenti più importanti per i fundraiser d’Italia, ma tra scadenze, urgenze e il Natale che incombe (sapete di cosa parliamo, vero?) il tempo è davvero volato. Anche quest’anno abbiamo incontrato amici e colleghi e, una volta tornate a casa, abbiamo pensato di coinvolgerne alcuni per fare la prima pagella “a più mani” di Raccontafondi. Del resto, sappiamo come il confronto e la condivisione reciproca siano fondamentali nel nostro lavoro, per tenerci lontano dall’autoreferenzialità e per rendere il nostro lavoro ancora più completo.

E allora, pronti per le pagelle? Le riflessioni, fatte da alcuni fundraiser che lavorano per realtà molto diverse tra loro, sono davvero interessanti… su una cosa però siamo tutti d’accordo: anche quest’anno il Fundraising Day è stato promosso a pieni voti!

Scelta del tema

Arianna, ActionAid: “Idea interessante e utile. Rispecchia il momento storico che viviamo noi fundraiser, la situazione in cui si trova il mercato di oggi: acquisire è sempre difficile ma lo è ancora di più fidelizzare. Curare più che attirare.” Voto:9

Mattia, Master 2014, oggi fundraiser e consulente per piccole ONP: “Tema azzecato. Ottima decisione. Un argomento che interessa tutti: consulenti e fundraiser di piccole, medie e grandi ONP. Prendiamoci cura dfundraisingdayei nostri donatori” Voto:9

Valentina, Fondazione Ricerca Molinette: “Il “Donor Love” è stata una scelta davvero apprezzata. Un tema portante del fundraising che spesso, per mancanza di tempo e organizzazione all’interno delle ONP, viene sottovalutato o lasciato per ultimo tra le mille cose da fare. Voto:9

Petra, Raccontafondi: “Ho apprezzato moltissimo il tema scelto quest’anno, perchè è applicabile a tanti settori del fundraising e perchè penso, in fondo, che rappresenti l’anima del nostro lavoro. Spesso ce ne dimentichiamo, quindi grazie per aver dedicato una giornata proprio a questo” Voto: 9

Relatori

Arianna: “Sessioni variegate e innovative, soprattutto quelle dei relatori stranieri. Le trovo ideali per chi lavora nelle piccole organizzazioni, perché può trovare davvero spunti utili e declinabili nelle proprie azioni e attività quotidiane. Per le grandi organizzazioni invece purtroppo lo spunto è inferiore, semplicemente perché si tratta di proposte già testate, realizzate o addirittura sistematizzate a volte. Il valore aggiunto, in quest’ultimo caso, sta nella motivazione e nel confronto che occasioni come quella del fr day danno anche alla grandi ong.” Voto:7

Mattia“Relatori sul pezzo, sessioni brevi e intense, storie e strategie portate in aula. Tra Fundraising Day e Festival ogni anno cresce la qualità delle sessioni formative. Particolarmente apprezzata le session dell’ufficio UNICEF che ha dato il nome alla giornata” Voto:8 e 1/2

Valentina: “Alcuni relatori sono riusciti a dare spunti pratici davvero utili e argomenti di riflessione, lasciando la voglia a fine giornata di leggere il libro consigliato e mettere in pratica un nuovo strumento per far sentire il tuo donatore importante e al centro della tua organizzazione! Ma soprattutto hanno lasciato tanta voglia di passare all’azione donando finalmente la giusta attenzione ai donatori. La pecca: quasi tutti provenienti da grandi ONP. Le loro esperienze sono sempre interessanti ma a volte molto difficili da applicare in contesti piccoli” Voto:7

Petra: “Per me che lavoro in realtà “piccole”, è sempre difficile rendere applicabili gli spunti dati dai bravissimi relatori. Quest’anno, complice un tema molto trasversale, ci sono riuscita e ne sono felice. Ma mi aspetto per la prossima edizione qualche relatore di piccole ONP” Voto 7 e 1/2

Organizzazione, volontari e staff

Arianna“L’organizzazione ha tempi stretti che non aiutano il networking. E pensare di farlo a Milano? Più agevole e facilmente raggiungibile dai fundraiser di tante organizzazioni” Voto 7.5 “Rispetto a volontari e staff, come sempre ho trovato disponibilità massima e una buona gestione delle sessioni” Voto:10

Mattia: “Lo staff non ha tradito le attese. Le ragazze si sono mostrate ancora una volta preparate, sorridenti e disponibili nella non semplice gestione delle centinaia di fundraiser a piede libero. Super i volontari/studenti del master. Anche nel reggere (loro sì, beata gioventù) la festa post reunion” Voto:9

Valentina: “Volontari e staff, sempre attenti e presenti, hanno fatto sì che questo Fundraising Day, come quello dello scorso anno, sia stato impeccabile dal punto di vista organizzativo! Il teaching Hub di Forlì si dimostra essere la giusta location per un evento del genere con aule e spazi in comune adatti ad ospitare i partecipanti! Voto:9 e 1/2

Petra: “Lo Staff e i volontari sono sempre impeccabili, professionali e disponibili. L’organizzazione funziona sempre bene, nonostante i tempi serrati ci obblighino a mangiare a tempi record! Rispetto all’anno scorso ho trovato la Reunion meno azzeccata. Dopo tanti mesi che non ci si vede, si ha voglia di stare insieme e raccontarsi le ultime novità… avrei invertito l’organizzazione della serata: prima i saluti, poi lo spettacolo!” Nel complesso, voto 8

Sponsor

Arianna: “Cartoline vecchio stile consegnate all’ingresso. Per il pranzo sarebbe stato bello pensare ad uno spazio ad hoc per mangiare insieme” Voto:7

Mattia: “Quasi inesistenti e relegati in banchetto (causa regolamenti universitari) si sono visti poco se non quelli inseriti nelle sessioni, da me però non frequentate” Voto:6 sulla fiducia.fundraisingday

Valentina: “Questa parte poteva essere più curata! La presenza di un piccolo banchetto con materiale informativo non è bastato a far sentire la loro presenza. Perché non dedicargli più spazio? In fondo sono o non sono loro i nostri fornitori di servizi con cui ci confrontiamo quotidianamente?” Voto:7

Petra: “Anche quest’anno sembra essere la parte più debole, se confrontata con l’alta qualità dell’evento. La loro presenza è un po’ monotona, ma vista la creatività dello staff sono sicura riusciranno a tirare fuori qualche idea geniale dal cappello!” Voto: 7 –

Partecipanti

Arianna: “Per me è sempre una grande iniezione di fiducia trascorrere giornate come questa, in cui si tocca con mano quanto di bello ognuno fa nel suo piccolo o nel suo grande. Voto:10

Mattia: “Siamo belli, bravi, intelligenti e bugiardi… come non amarci? Fundraiser entusiasti e affamati di novità ovunque” Voto:10

Valentina: “Super! Mi porto a casa l’energia e la voglia di condividere le nostre esperienze positive e negative, e tanti spunti per far crescere e migliorare il lavoro di tutti i giorni” Voto:10 e Lode

Petra: “Sono loro il vero cuore dell’evento. Si percepisce ovunque passione e bravura e resta un appuntamento da non perdere per portarsi a casa tutta l’energia necessaria per fare bene questo lavoro.” Voto: 10

Lascia un commento